Il sole tramonta dietro le ciminiere, e sul piazzale le ombre si allungano.
Fuori, nel piazzale, è un viavai incessante di chat rencontre libertino pulmini guidati da africani.
Ho visto caserme più piccole.
Per dire, volendo potresti nutrirti di cibo italiano ogni giorno senza sederti mai due volte nello stesso ristorante.Nello stesso periodo, in Unione Sovietica, Gorbaciov stava dando il via a quel processo che di lì a pochissimo avrebbe fatto svanire la Cortina di Ferro.Poi bruciate gli zingari dentro le roulottes, ma i nazisti sono loro.Mentre Renzi snocciola la sua lista di rappresentanti di specchiata probità e cieca appartenenza alla sua causa il gruppo di operai si disperde.Ma che teneri che siete.Integrazione reale invece di serragli, convivenza alla pari invece di carità, partecipazione attiva invece di ospitate in costume tipico.Pensate che la prima idea è stata la Cina in cucina, poi mi sono vergognato.
Il mio gesto di sfida avrebbe avuto un seguito?
La conoscenza delle lingue straniere è un requisito fondamentale (inglese, tedesco, francese, russo, olandese o scandinavo).




Solo a Ronco, dove abito io, questo vento di novità non soffia mai, perché stiamo in fondo a una valle cupa e umida dove il cambiamento non riesce ad arrivare, le fiere di design ce le sogniamo e i fiori non hanno il coraggio.E malati di aids.Doveva dire che sulloriginale ha pianto tutta la notte per paura del suo rifiuto, e alla fine la lettera era così zuppa che non si leggeva più, e ha spedito la fotocopia!Cerano sempre i suoi amici, andava via con loro.La sua amica lavora nei servizi hombre haciendo sexo ne el hombre en vivo segreti?Peraltro il gabbiotto in cui avvengono i controlli si trova alla medesima altezza del punto in cui il rivoltoso misterioso fermò la colonna di carri armati, quel giorno.La gente vuole un partito comunista vero, non questa porcheria!E invece il salone del mobile di Milano è quella roba fighissima di design sparato ovunque per la strada in stanze buie piene di sculture di legno e neon e glitter che ce nè tanto che secondo me i tuoi pori lo assorbono e poi.A Pechino hanno tutti auto di grosse dimensioni, tre volumi, nessuna utilitaria, nessun fuoristrada.
Se fra questi ci fosse qualche agente in borghese lo scoprirò quando andrò a richiedere il visto per tornare a Pechino, il prossimo agosto.

Pablo Polo raggiunse il Catai dopo un viaggio assai avventuroso attraverso lUcraina e un sacco di paesi che finiscono in -stan.


[L_RANDNUM-10-999]